• Home
  • Orta San Giulio e l’isola di San Giulio

Orta San Giulio e l’isola di San Giulio

 

Il centro di Orta, completamente pedonalizzato, è caratterizzato da viuzze strette molto pittoresche: la principale corre parallela alla riva del lago e si interseca con alcune ripide viette che si allontanano dal lago portando verso il Sacro Monte (Patrimonio Mondialedell’UNESCO) o verso l’ampia zona dei parcheggi.

Al centro del paese si trova Piazza Motta, vero e proprio salotto affacciato sul lago, dalla quale partono le imbarcazioni dirette all’Isola di San Giulio. La piazza è circondata su tre lati da edifici ben proporzionati allo spazio, per buona parte porticati. Sul lato nord si trova il broletto o Palazzo della Comunità della Riviera di San Giulio, risalente al1582, costituito da un portico al piano terra, usato per il mercato, e una sala per riunioni al primo piano; qui si esercitava il potere legislativo, oltre che esecutivo per mezzo del Consiglio Generale (composto dai deputati del feudo vescovile) ed è considerato il simbolo del lungo periodo di autogoverno della regione. La costruzione è un connubio di elementi classici e rustici, come gli affreschi sulla facciata e l’irregolare scala esterna, le piccole colonne del portico e il tetto in beole. L’edificio culmina con una piccola torre campanaria.
L’attuale sede del municipio di Orta è villa Bossi, con un bel giardino affacciato sul lago.

Di fronte al broletto inizia un’ampia strada in salita denominata “Motta” (via Caire Albertoletti), interamente pavimentata in sassi, alla cui sommità è posta la parrocchiale di Santa Maria Assunta, costruita nel 1485 e ricostruita nella seconda metà del XVIII secolo. La salita è fiancheggiata da antiche case tipiche e alcuni palazzi storici tra cui Palazzo Gemelli, risalente al XVI secolo caratterizzato da tre diversi corpi di fabbrica, la cornice arrotondata e alcuni dipinti in facciata e, sul lato opposto, il neoclassicopalazzo De Fortis Penotti.

Fa parte del comune di Orta San Giulio l’unica isola del Lago d’Orta, l’Isola di San Giulio che dista circa 400 metri dalla riva. L’isola è dominata dall’edificio dell’ex seminario, costruito nel 1844 sulle rovine del castello. Il seminario ospita oggi il convento di suore benedettine di clausura Monastero Mater Ecclesiae. Sull’isola si trova anche la Basilica di San Giulio, il più importante monumento romanico del novarese.

Orta San Giulio è servita come location per alcune riprese di diverse pellicole tra cui lo sceneggiato televisivo del 1978 Il balordo ed il film Il piatto piange del 1974.

Legro

La frazione Legro del comune di Orta San Giulio è stata recentemente ribattezzata “paese dipinto”; dal 1998, su modello di Arcumeggia, in provincia di Varese, il centro storico è stato decorato con una serie di affreschi sui muri delle case da artisti provenienti da tutta Italia e dall’Europa. I soggetti dei dipinti richiamano ai film ambientati e girati sul lago d’Orta e alle storie del poeta Gianni Rodari. Tale insieme costituisce oggi il “Museo del Cinema all’Aria Aperta

Isola di San Giulio – Lago d’Orta

Giardino Antistante la casa comunale di Orta San Giulio

Veduta dell’isola di San Giulio ricoperta di neve

Lascia un Commento

*